giovedì, Settembre 29, 2022
HomeEconomiaDichiarazione dei redditi, l'avete presentata incompleta? Come correggerla prima che sia troppo...

Dichiarazione dei redditi, l'avete presentata incompleta? Come correggerla prima che sia troppo tardi

Avete già presentato la dichiarazione dei redditi ma è scorretta o incompleta? Scoprite come correggerla in tempo per usufruire di tutti i vantaggi che vi spettano

Il modello 730 dell'Agenzia delle Entrate serve a compilare la dichiarazione dei redditi. In questo documento, i contribuenti dichiarano il proprio reddito imponibile e tutti gli oneri che possono essere detraibili. Solo con la dichiarazione del proprio reddito, le famiglie possono avere diritto a diversi bonus, indennità o crediti di imposta messi a disposizione dallo Stato per determinate categorie di cittadini.

In alcuni casi può capitare che, per una distrazione, un'incomprensione o una dimenticanza, i cittadini non compilino il documento in maniera corretta o esaustiva. A volte, a causa di queste dimenticanze, ai cittadini non vengono riconosciute determinate indennità e bonus ai quali avrebbero diritto. Fortunatamente, l'Agenzia delle Entrate ha messo a disposizione un documento utile a modificare, correggere o completare la dichiarazione presentata precedentemente.

Agenzia delle Entrate: ecco come modificare o completare la propria dichiarazione dei redditi

Il documento di cui vi parliamo è il modello 730 integrativo. Questa "dichiarazione" integrativa potrà essere presentata unicamente dal commercialista e dal CAF. Come riporta Money.it, il modello 730 integrativo potrà essere presentato in determinati casi. Il primo caso riguarda le modifiche che comportano un credito maggiore, un debito minore oppure una modifica che non va a incidere sulla liquidazione delle imposte. Il secondo caso per il quale si potrà compilare questo modello si verifica quando la modifica riguarda i dati del sostituto d'imposta che si occuperà del conguaglio. Il contribuente dovrà indicare il codice 3 nella casella "730 integrativo" nel caso in cui debba apportare le modifiche in entrambi i casi precedentemente nominati. La scadenza per la presentazione del modello 730 integrativo è fissata al 25 ottobre 2022.

Esiste anche un altro documento che ha una funzione integrativa alla dichiarazione dei redditi. Si tratta del modello redditi PF (Persone Fisiche): questo potrà essere presentato, a differenza del modello 730 integrativo, nel caso in cui l'integrazione comporti un credito minore o un debito maggiore. La data di scadenza per la presentazione di questo modello è fissata al 30 novembre 2022. Il contribuente potrà, altresì, presentarlo entro cinque anni dalla presentazione della dichiarazione dei redditi scorretta o incompleta. Nel caso in cui il contribuente si accorgesse dell'errore successivamente alla data di scadenza del modello 730 integrativo, egli potrà comunque presentare il modello redditi PF con i dati che avrebbe inserito nel modello 730 integrativo.

LEGGI ANCHE>>>Concorsi pubblici, l'Agenzia delle Entrate cerca più di 4.000 dipendenti: i dettagli sul bando aperto ai diplomati