giovedì, Settembre 29, 2022
HomeSportNovak Djokovic rompe il silenzio su Roger Federer: "Cosa penso davvero di...

Novak Djokovic rompe il silenzio su Roger Federer: "Cosa penso davvero di lui"

Il 2022 verrà ricordato dagli appassionati di tennis come l'anno del ritiro di Roger Federer. Poche ore fa anche Novak Djokovic ha voluto dire la sua sul campione svizzero che andrà in "pensione" tra pochi giorni.

Il 15 settembre sui profili social di Roger Federer compare un annuncio sotto certi aspetti atteso ma che comunque fa 'male' ai suoi fan. Il campione svizzero, arrivato a 41 primavere, scrive che si ritirerà nel giro di qualche giorno. Successivamente si scoprirà che, oltre all'età avanzata, dietro la scelta di appendere la racchetta al chiodo ci sono anche tanti i guai fisici, aumentati negli ultimi due anni. La sua carriera si chiuderà ufficialmente tra poche ore, nell'ambito della Coppa Laver. E si chiuderà in maniera speciale: è stata confermata l'indiscrezione che voleva un match doppio con lui e Rafa Nadal nella stessa squadra.

Quando un atleta si ritira, anche coloro che sono stati suoi avversari per anni pagano tributo. Roger Federer è stato elogiato da un numero altissimo di suoi (quasi) ex colleghi. Lo stesso Rafa Nadal, con cui si è scontrato spesso nel rettangolo da gioco, ne ha parlato in termini estremamente positivi. L'atto finale della sua carriera sarà un match speciale della Laver Cup, nel quale l'Europa sfiderà 'il resto del mondo'. Federer giocherà insieme a Rafa Nadal, Novak Djokovic e Andy Murray; si tratta dei quattro tennisti che negli ultimi dieci anni hanno vinto più trofei internazionali. In occasione di questo match speciale, Novak Djokovic ha detto la sua opinione sincera su Roger Federer.

Novak Djokovic parla di Roger Federer

In un'intervista a 'Hello Magazine', il tennista serbo ha parlato emozioni che prova a poche ore dalla Laver Cup. All'evento europeo (si terrà a Londra), Djokovic potrà partecipare pur non essendo vaccinato, a differenza degli US Open, da cui è stato eslcuso poche settimane fa. Come detto, lui, Federer, Nadal e Murray formeranno il 'team Europe'. "Sono emozionato per questo evento. È uno dei pochi momenti in cui posso fare squadra con tre tennisti tra i più grandi di sempre. Con Roger ho già giocato qualche anno fa, ci siamo divertiti molto".

E ancora: "Quando gioco con lui senza competizione e in collaborazione, è ugualmente bello. Io lo rispetto non solo perché è un grande tennista ma anche per altri motivi. Ha dei valori preziosi: rispetta la famiglia e mi ha sostenuto in momenti importanti della mia vita". Insomma, Roger e Novak non possono dirsi esattamente amici ma tra di loro c'è un forte rispetto reciproco. Forse ora che Roger si ritirerà, il rapporto cambierà ulteriormente in meglio. Sul campo Djokovic si è dimostrato superiore, dati alla mano. I due si sono scontrati in ben 50 incontri e il serbo ne è uscito vincitore 27 volte. Dunque uno scarto minimo ma i numeri sono dalla sua parte.

LEGGI ANCHE: Novak Djokovic, dopo l'esclusione dagli US Open la clamorosa decisione: non se l'aspettava nessuno