domenica, Ottobre 2, 2022
HomeEconomiaBollo auto, al via le domande per il bonus: ecco tutti i...

Bollo auto, al via le domande per il bonus: ecco tutti i requisiti per chiederlo

Al via le domande per avere un importante sconto sul pagamento del bollo auto: ecco chi può richiederlo e tutti i dettagli sul bonus

La tassa automobilistica, o bollo auto, è un tributo che i proprietari, gli usufruttuari e gli acquirenti con patto di riservato dominio di un autoveicolo devono pagare per la propria auto. Il pagamento è obbligatorio per tutte le persone iscritte al Pubblico Registro Automobilistico, il Pra. La tassa è annuale, e il suo importo è calcolato in base al veicolo posseduto, all'uso che se ne fa e a determinati altri dati. La tassa automobilistica si paga fino al ventinovesimo anno d'età del veicolo, mentre dal trentesimo è necessario solo il pagamento della tassa di circolazione.

Negli ultimi anni, in alcune regioni italiane, sono state approvate delle misure che hanno applicato degli sconti molto convenienti al bollo auto. Bonus e sconti diversi vengono applicati ogni anno in diverse parti d'Italia. Nei prossimi paragrafi scoprirete di quale bonus stiamo parlando, a quanto ammonta, e quali sono i requisiti da rispettare perché i cittadini possano richiederlo.

Bollo auto 2022: in arrivo lo sconto per la tassa automobilistica

Lo sconto cui vi stiamo parlando è previsto dalla regione Lombardia e ha il valore del 15% sul pagamento intero del bollo auto. I requisiti per richiederlo non riguardano, come si può immaginare, il reddito ISEE dei proprietari dell'auto. Possono fare domanda, infatti, tutti coloro che hanno attivato la domiciliazione bancaria. La domiciliazione bancaria, o addebito diretto, è un tipo di operazione finanziaria con cui i debitori autorizzano la propria banca al pagamento continuo degli ordini di addebito. Come si legge sul sito della regione Lombardia, possono attivare la domiciliazione bancaria nella regione lombarda i cittadini residenti in Lombardia oppure i proprietari di uno o più veicoli o i locatari tra quelli iscritti all’A.I.R.E, l'Anagrafe Italiani Residenti all’Estero. Il contratto di locazione di questi ultimi deve obbligatoriamente partire almeno dal primo gennaio 2017. Possono attivare la domiciliazione bancaria, inoltre, i coniugi, conviventi, figli o nipoti che pagano per conto del locatario o del proprietario dell'auto e anche le persone giuridiche. Le persone giuridiche autorizzate, tra cui sono comprese anche quelle pubbliche, devono essere titolari di massimo 50 veicoli per poter richiedere la domiciliazione.

Attivando la domiciliazione per il bollo auto, i cittadini potranno percepire automaticamente lo sconto del 15%. In questo modo, inoltre, si potrà risparmiare anche sulla commissione applicata alla tassa automobilistica, che in questo caso costerà solo un euro. Si ricorda che il bollo si può pagare dal primo giorno del mese successivo alla scadenza fino alla fine del mese. Ad esempio, se la tassa va in scadenza nel mese di settembre 2022, la nuova dovrà essere pagata dal primo al 31 ottobre 2022.

LEGGI ANCHE>>>Patente di guida, cambiano le regole per il rinnovo: ecco come fare