venerdì, Settembre 30, 2022
HomeCronaca e PoliticaGerry Scotti nei guai con la legge: Claudio Baglioni lo trascina in...

Gerry Scotti nei guai con la legge: Claudio Baglioni lo trascina in Tribunale, ecco perché

Claudio Baglioni trascina in Tribunale anche Gerry Scotti. Dopo Antonio Ricci, Ezio Greggio, Enzino Iacchetti e Antonio Montanari (il Mago Casanova), è toccato anche all'esperto conduttore pavese. Vediamo cosa sta succedendo.

Tra Claudio Baglioni e 'Striscia La Notizia' è guerra (giudiziaria) totale. L'esperto cantautore è da tempo in pessimi rapporti con Antonio Ricci e il suo programma. La goccia che ha fatto traboccare il vaso è caduta qualche mese fa. Sul sito di 'Striscia la Notizia', infatti, compariva un banner colore rosso acceso che invitava gli utenti del sito a scaricare gratuitamente un libro in .pdf. Quel libro, edito da Zibaglione, si chiamava 'Tutti poeti con Claudio' ed era un lavoro fatto appositamente per segnalare come il cantante abbia preso ispirazione da numerosi poeti e scrittori nel corso della sua carriera.

Ricci e gli autori del libro facevano notare come in moltissime canzoni di Baglioni ci siano frasi identiche (o cambiate di pochissime parole) a quelle di autori famosi del passato. Cesare Pavese, Pier Paolo Pasolini, Gabriel Garcia Marquez e tanti tanti altri. Che gli artisti prendano ispirazione dai loro precedessori è cosa nota. Tuttavia, secondo Antonio Ricci, Claudio Baglioni avrebbe plagiato senza citare decine e decine di scrittori e poeti. Nel libro 'Tutti poeti con Claudio' era contenuta una lunga lista di citazioni di canzoni di Baglioni e le relative 'versioni originali', prese da poesie, libri e altre canzoni (non italiane).

Gerry Scotti nei guai con la legge

Come scrive Repubblica Milano, nella giornata di ieri anche Gerry Scotti è finito nel registro degli indagati. Il conduttore si unisce ai colleghi Antonio Ricci, Enzo Iacchetti, Ezio Greggio e Antonio Montanari (famoso come il Mago Casanova). I giudici del Tribunale di Monza, infatti, hanno acquisito dei filmati di 'Striscia la Notizia' nei quali Scotti invita i telespettatori e le telespettatrici a collegarsi al sito del tg satirico per scaricare 'Tutti poeti con Claudio'. Lo stesso avevano fatto Ezio Greggio ed Enzo Iacchetti nel periodo in cui il .pdf è stato presente sul sito (ora sequestrato).

Presto la legge stabilirà se il comportamento di Ricci e dei suoi giornalisti rappresenta diffamazione contro Baglioni o se sia semplice satira. L'artista romano li ha accusati, per l'appunto, di diffamazione e si aspetta un risarcimento, oltre a una condanna delle persone sopracitate. Stando alle parole del giudice per le indagini preliminari: "I termini usati fanno passare Baglioni come un disonesto, che copia senza avvisare il pubblico, pertanto lo inganna". E ancora: "Accusare così di plagio un famoso canante è una condotta idonea a lederne la reputazione". Insomma, la battaglia giudiziaria è appena cominciata e nei prossimi mesi sono attese le prime sentenze.

LEGGI ANCHE: Claudio Baglioni, conoscete la compagna Rossella? I due si amano ma hanno un grande rimpianto condiviso