giovedì, Settembre 29, 2022
HomeEconomiaBonus asilo nido, brutte notizie: fondi esauriti, ecco come verranno gestite le...

Bonus asilo nido, brutte notizie: fondi esauriti, ecco come verranno gestite le domande eccedenti

Le risorse stanziate per il bonus asilo nido sono esaurite: ecco cosa succederà a tutti coloro che hanno fatto richiesta dopo il superamento del limite economico

Il bonus asilo nido è un'indennità prevista dall'INPS. Ne possono beneficiare le famiglie con bambini fino ai tre anni d'età che frequentano, per l'appunto, l'asilo nido. Il valore dell'indennità varia a seconda del reddito familiare: può valere fino a 1.500 euro per le famiglie con reddito superiore a 40.000 euro, 2.500 euro per le famiglie con reddito compreso tra i 25.001 e i 40.000 euro e fino a 3.500 euro per le famiglie con reddito del valore di 25.000 euro o inferiore. È stato stabilito, inoltre, che per le famiglie con due o più bambini che frequentano gli asili nido è necessario fare una domanda distinta per ogni figlio.

Nel 2022, numerose persone hanno fatto domanda per il bonus. Nonostante la scadenza per le domande fosse fissata alla fine dell'anno, però, l'INPS ha reso noto tramite una comunicazione sulle proprie pagine web e social che i fondi stanziati per questa indennità sono terminati. Le risorse per l'indennità utile alle famiglie con bambini che frequentano l'asilo nido sono, dunque, esaurite. Nei prossimi paragrafi vi spiegheremo come verranno gestite da questo momento le domande ricevute.

Bonus asilo nido: risorse terminate. Ecco cosa succede ora

L'INPS ha precisato che le domande ricevute continueranno ad essere ammesse. Non potranno, però, essere soddisfatte. L'Istituto Nazionale della Previdenza Sociale le considererà come domande "ammesse con riserva". Ciò significa, come spiega quifinanza.it, che, nel caso in cui alla fine dell'anno ci fossero delle somme monetarie ancora disponibili, alcune di queste istanze potranno essere soddisfatte. Dipende tutto, dunque, dalle eventuali somme residuali. In ogni caso, le domande già trasmesse saranno protocollate "con riserva" e si procederà solo in seguito all'eventuale accoglimento.

Si ricorda che il bonus dell'asilo nido non ha un valore fisso: l'importo dipende, oltre che dal reddito ISEE delle famiglie richiedenti, dalla retta degli asili nido frequentati. L'indennità può coprire sia la retta degli asili nido pubblici che di quelli privati autorizzati, ma non può superare in alcun caso il valore della retta stessa. In aggiunta, il bonus può essere utilizzato per coprire anche altre forme di supporto alternative agli asili nido. Questo, nel caso in cui i bambini abbiano patologie croniche che gli impediscono di frequentare tali strutture. Si attendono aggiornamenti sulla questione delle domande ammesse con riserva e sugli eventuali fondi residui.

LEGGI ANCHE>>>>Bonus Asilo Nido disponibile per tutti: ecco quanto ti dà l'INPS in base al tuo reddito