venerdì, Settembre 30, 2022
HomeLifestyle DonnaSpumante, ecco come conservarlo: basta un oggetto che trovi in tutte le...

Spumante, ecco come conservarlo: basta un oggetto che trovi in tutte le cucine

Mettere un cucchiaio nella bottiglia dello spumante può essere molto utile a risparmiare su questo tipo di vino. Ecco per quale motivo

Lo spumante è un tipo di vino effervescente. Il suo nome deriva dalla spuma che viene prodotta da questo vino, che è causata dalla sua effervescenza. Anche lo champagne, per quanto si pensi differentemente, è una tipologia di vino spumante. In generale, questo viene bevuto durante degli eventi importanti e nel corso delle festività natalizie e negli altri giorni festivi dell'anno.

Stappare una bottiglia di spumante è, in effetti, una delle usanze più diffuse durante le feste. Crea entusiasmo e si dice anche che porti fortuna. Condividere un bicchiere di questo meraviglioso vino effervescente con gli amici e con i parenti, inoltre, può servire a unire ancora di più i partecipanti alla festa. Il sapore dello spumante, poi, è apprezzato da tante persone. Sfortunatamente, però, questo tende a peggiorare dopo pochissimo tempo dall'apertura. Esiste un metodo molto semplice che potrebbe servire a evitare che il vino perda il suo sapore.

Metti il cucchiaio nel vino spumante: ecco a cosa servirà

Secondo le usanze popolari, basterebbe solo avere un cucchiaio o anche un cucchiaino per evitare che il sapore dello spumante si perda e che la bevanda diventi imbevibile. Come riporta donna.nanopress.it, il trucco della nonna richiede di mettere il manico del cucchiaino o del cucchiaio nella bottiglia, a mo' di tappo. Il tappo, infatti, non può essere rimesso solitamente nella bottiglia. Il nostro cucchiaio potrà servire da sostituto. Mettendolo nella bottiglia e conservandola in frigorifero, la bevanda resterà gustosa per molti altri giorni. Il motivo è molto semplice: il cucchiaio evita che si disperda l'anidride carbonica, che è la sostanza che dà l'effervescenza allo spumante. Questa non si disperde nell'aria come farebbe con la bottiglia aperta, e quindi il sapore non viene perso. Questo metodo potrebbe essere utile a risparmiare, soprattutto per chi adora lo spumante e lo consuma relativamente spesso. Non si dovrà, infatti, buttare la bottiglia e comprarne un'altra nel caso in cui si volesse bere un bicchiere nei giorni successivi all'apertura.

La rivista prima menzionata aggiunge, però, che non c'è un fondamento scientifico a questo "metodo magico". L'anidride potrebbe disperdersi lo stesso, dato che la bottiglia non è stata chiusa del tutto. Si suggerisce, dunque, di usare un altro tappo di sughero o di plastica, o di creare un tappo di carta stagnola che riesca a chiudere efficacemente la bottiglia. Inoltre, si potrebbe anche cercare di tagliare il tappo originario, anche se adattarlo potrebbe risultare difficile. Provate uno di questi metodi e vedete quale può essere quello più adatto a voi.

LEGGI ANCHE>>>Conoscevi il metodo 50-30-20 per risparmiare? Lo ha inventato una docente di Harvard