martedì, Ottobre 4, 2022
HomeSpettacoloDrusilla Foer nella bufera dopo le parole sulla Regina Elisabetta: "Da che...

Drusilla Foer nella bufera dopo le parole sulla Regina Elisabetta: "Da che pulpito arriva la morale"

Dopo la morte della Regina Elisabetta, anche Drusilla Foer è intervenuta ma un suo commento in particolare ha scatenato l'ira degli utenti: ecco perché.

La Regina Elisabetta II si è spenta nel pomeriggio dell'8 settembre 2022 all'interno del castello di Balmoral in Scozia, sua tradizionale dimora estiva, vegliata dai membri della Royal Family. Un evento che ha scosso l'opinione pubblica mondiale dopo 70 anni di regno, scandali e rigido rispetto di tutte le etichette. Numerosi personaggi famosi si stanno susseguendo nel ricordo di tale figura e in omaggi che manterranno per semprevivo il suo ricordo.

Proprio oggi, suo 55esimo compleanno, ha deciso di intervenire per tale tragico evento anche Drusilla Foer. Il popolare personaggio televisivo e teatrale ha voluto mostrare la sua tristezza per la morte della 96enne dedicandole un post su Instagram in cui ha usato parole commosse ma anche e soprattutto ricordato i suo momenti migliori. Le sue dichiarazioni hanno però generato una serie di infuocate critica per via di alcuni concetti che non sono proprio piaciuti: ecco per quale motivo.

Morte regina Elisabetta: Drusilla Foer nella bufera

Sono bastate poche esternazioni da parte di Drusilla Foer su Instagram per attirare decine e decine di critiche da parte dei suoi seguaci. "Una Regina è tale quando è un esempio, ci sono donne che fanno il lavoro di uomini meglio degli uomini. Con forza e fragilità". Tali frasi non sono affatto piaciute ad un'ampia fetta di utenti. In primis, quello di re non è secondo i follower identificabile come vero e proprio lavoro, o quello di regina, che in realtà non dovrebbero avere attribuzione maschile o femminile. Lo insegna la millenaria storia del nostro pianeta, che ha avuto sovrane tanto determinanti da delineare le sorti di intere popolazioni.

Altro scivolone contestato alla dama, è stato l'utilizzo della parola 'fragilità', per descrivere appunto il modo in cui la donna si è approcciata al suo compito in questi 70 anni. Secondo le dichiarazioni rilasciate qualche anno fa dall'ex segretario e portavoce Richard Winston, "Dickie" Arbiter, la severa etichetta reale prevedeva l'assenza di qualsiasi tipo di emozione da parte della donna. Le era 'proibito' mostrare i suoi stati d'animo nelle varie occasioni in cui era chiamata a presenziare. Una sorta di armatura da indossare per non risultare vulnerabili agli occhi dei sudditi e alla moltitudine di personalità influenti incontrate nel corso del loro cammino. Sicuramente tali precisazioni non cancellano la purezza e la sincerità delle intenzioni di Drusilla Foer, che ha ricordato la Queen con delicatezza e commozione.

LEGGI ANCHE>>>Francesco Chiofalo e Drusilla Gucci, il lieto annuncio che tutti attendevano: "Siamo pronti per il grande passo"