domenica, Ottobre 2, 2022
HomeLifestyle DonnaChanel N°5, la storia dell'iconico profumo che compie 100 anni

Chanel N°5, la storia dell'iconico profumo che compie 100 anni

L'iconico profumo compie 100 anni. Ecco la storia ed alcune curiosità sull'iconica fragranza che ammalia uomini e donne.

Chanel N°5 è l'iconico profumo della casa di moda della stilista Coco. Chanel commissionò la creazione del profumo ad Ernest Beaux quando aveva 38 anni. La donna era alla ricerca di un profumo che semplicemente le ricordasse le donne. Di solito i profumi che si trovavano in commercio avevano un "prepotente" odore di rosa. Coco spiegò che per lei il profumo che un giorno avrebbe portato il suo nome, doveva avere un "odore di donna" o meglio l'odore della madre. La donna era una lavandaia e le sue mani e la sua pelle odoravano sempre di bucato. Coco inoltre spiegò che voleva un profumo "elaborato", scegliendo come fragranze principali il muschio e gelsomino, dei fiori che, in passato, venivano usati per creare i profumi delle prostitute e cortigiane. Il profumo innovativo conquisto subito Chanel che decise subito di avviare la produzione.

Chanel N°5, il profumo compie 100 anni. Ecco alcune curiosità su una delle fragranze più iconiche

Coco era in vacanza sulla Costa Azzurra insieme all'ormai noto amante, il granduca Dimitri Pavlocich. Chiese al suo compagno di accompagnarla dal rinomato profumiere visto che aveva intenzione non solo di vestire le donne ma anche di farle odorare di Chanel. Dopo un primo confronto ci sono voluti ben due mesi prima che Ernest propose a Coco diverse boccette. Tra queste la boccettina che conteneva la quinta essenza era stata ritenuta dal profumiere un "errore"  in quanto il suo assistente aveva aggiunto troppo aldeide, un'essenza sintetica che nasce dalla fermentazione degli zuccheri. Coco decise comunque di provare ad annusare la boccettina.

L'essenza sintetica fu una vera innovazione. Chanel rimase piacevolmente colpita da quel profumo forte ma femminile. Inoltre le aldeidi permettono alla fragranza di essere molto più prestante. Con pochissime gocce si può lasciare a lungo una scia descritta da Coco come "seducente". 80 sono gli ingredienti che si trovano nell'iconica boccettina in vetro pregiato. Anche la scelta del nome si basò proprio sul campione ritenuto dal profumiere un "errore". Coco fu chiara, aveva intenzione di lanciare la sua fragranza a maggio, nel quinto mese dell'anno e la boccettina che aveva approvato era proprio la quinta. "Lasciamo N°5, questo numero mi porterà fortuna". Effettivamente così è stato perché dopo 100 anni Chanel N°5 è ancora uno dei profumi più venduti. Forse ad aver aumentato la sua popolarità non è stata solo l'innovazione della fragranza ma anche la pubblicità. La testimonial ufficiale della fragranza fu Marilyn Monroe. Ricordate la sua iconica frase? "Cosa indosso a letto? Che domande.. Chanel N°5, ovviamente".

LEGGI ANCHE:La gonna: dopo 7 mila anni è ancora uno dei capi più amati, ecco le ultime tendenze