venerdì, Settembre 30, 2022
HomeSpettacoloAlessandro Gassmann nella bufera dopo il tweet sulla Regina Elisabetta: "Sarcasmo fuori...

Alessandro Gassmann nella bufera dopo il tweet sulla Regina Elisabetta: "Sarcasmo fuori luogo"

Milioni e milioni di persone in tutto il mondo hanno dedicato post social alla Regina Elisabetta, scomparsa ieri. Tra loro c'è anche Alessandro Gassmann, noto attore italo-francese. Vediamo perché le sue parole non sono piaciute a molti utenti di Twitter.

Alle 19:30 ora italiana (nel Regno Unito 18:30) il mondo intero è venuto a conoscenza della dipartita della Regina Elisabetta. Per tutto il pomeriggio, milioni di persone cercavano online la conferma ai loro timori. Il comunicato in cui i dottori si dicevano "profondamente preoccupati" per lo stato di salute della Regina non lasciava presagire nulla di buono. Anche il fatto che tutti i parenti di Elisabetta fossero stati chiamati a correre in Scozia non era un segnale confortante.

Dopo una vita molto piena e soddisfacente, la Regina non è più tra noi. Il suo Regno è stato il più lungo di sempre nella Corona britannica e ora lo scettro passa - finalmente - a suo figlio Carlo. Come prevedibile, moltissimi personaggi famosi, sia nel mondo della politica che dello spettacolo, hanno pagato tributo alla Monarca. Perfino Vladimir Putin, non di certo un amico del mondo occidentale in questo momento storico, ha voluto fare le condoglianze alla famiglia per la grave perdita. In Italia sono moltissimi i VIP che hanno dedicato un pensiero social a una vera e propria icona del Novecento e di parte del ventunesimo secolo.

Il tweet di Alessandro Gassmann non piace: "Sarcasmo fuori luogo"

Alle 8:02 pm, dunque mezz'ora dopo il comunicato ufficiale, è arrivato anche il tweet di Alessandro Gassmann. L'attore italo-francese ama Twitter come social per esprimere le proprie idee e lanciare i suoi messaggi ecologisti. Nel salutare la Regina, l'ha definita "una anziana signora" che "andava a volte in carrozza" e "viveva in castelli". Poi ha ammesso che gli dispiace per la sua morte, come gli dispiace quando succede a qualunque essere umano. I dettagli, si sa, fanno la differenza e quelle parole "simpatica anziana che viveva nei castelli e si spostava in carrozza" sono state percepite come sarcastiche.

Il commento con più 'cuoricini' è quello di Stefano Re, che non risparmia frecciatine velenosissime al padre Vittorio. L'ultima frase, non ripetibile qui, lascia intendere che il sarcasmo usato dall'attore è fuori luogo. L'attore de "I bastardi di Pizzofalcone" non ha risposto all'utente sopracitato ma ha messo lo screen di un'altra risposta, in cui un certo Claudio afferma che quando morirà Alessandro Gassmann, lui "stapperà una bottiglia". Il 57enne, però, non reagisce con rabbia al commento e anzi ribatte: "Queste parole portano bene".

LEGGI ANCHE: Morte Regina Elisabetta, la gaffe di Enrico Mentana è clamorosa e il web lo massacra: "Proprio tu.."