giovedì, Settembre 29, 2022
HomeCuriositàCaduta Libera, cosa si nasconde sotto le botole? Ecco dove finiscono i...

Caduta Libera, cosa si nasconde sotto le botole? Ecco dove finiscono i concorrenti del quiz

Vi siete mai chiesti cosa ci sia in fondo alle botole di Caduta Libera? Svelato il luogo in cui i concorrenti approdano dopo la sconfitta nel famoso quiz-show di Canale 5.

La nuova stagione di Caduta Libera è iniziata proprio dallo scorso lunedì. Troveremo infatti da qui all'autunno inoltrato, il game-show condotto da Gerry Scotti come aperitivo all'informazione e quindi al Tg5. Una formula molto apprezzata che da anni entra nelle case degli italiani con la simpatia del presentatore e la gara per portarsi a casa il montepremi finale. Tutto consiste infatti nel risolvere giochi linguistici e indovinare le risposte alle domande del padrone di casa con l'ausilio di poche lettere disponibili e pochi secondi.

Tale meccanismo, indurrebbe i partecipanti in uno stato di agitazione per via dell'incognita botola. Se infatti non si risponde correttamente al quesito oppure lo si fa al di fuori del lasso di tempo consentito, si precipita in un tunnel che genera timore e preoccupazione. Per la prima volta infatti, si assiste a questo tipo di scena in un quiz televisivo e la curiosità è stata, sin dalla prima puntata, molto alta ed ancora oggi accesissima. Vi siete dunque chiesti cosa 'accoglie' i giocatori dopo la loro sonora discesa verso l'ignoto?

Caduta Libera: nella botola c'è...

Prima dell'inizio di Avanti un Altro con tutta la squadra capitanata da Paolo Bonolis e Luca Laurenti, ad allietare i telespettatori di Canale 5 ogni giorno dalle 18:45, c'è Gerry Scotti con Caduta Libera. Una formula che ormai viene confermata dall'azienda ogni anno in quanto rappresenta la giusta proposta per il pubblico Mediaset in quella fascia oraria di trasmissione. In molti si sono chiesti per anni cosa ci sia realmente in fondo alla botola tanto temuta e quindi dove si ritrovano i concorrenti subito dopo essere precipitati.

Come si poteva banalmente ipotizzare, dei morbidi cuscini accolgono i giocatori che non sono riusciti a rispondere in modo corretto alle domande del conduttore. Dopo un volo di circa 3 metri, i malcapitati fiondano in una vasca morbida pronta a rendere l'atterraggio meno traumatico del previsto e soprattutto, senza il minimo rischio. Cosa importante e forse sconosciuta a proposito del meccanismo infausto, risiede nella scelta dei partecipanti. Devono infatti rispondere ad una serie di requisiti tra cui pesare meno di 100 chili, non soffrire di alcuna patologia collegata al cuore e alla schiena e avere un'età compresa tra i 18 e i 55 anni. Proprio per questo motivo, non si sono mai visti concorrenti sulla sessantina.

LEGGI ANCHE>>>Gerry Scotti, la frecciata velenosissima a Marco Liorni: “Io non sono come lui e vi dico perché”