giovedì, Settembre 29, 2022
HomeLifestyle DonnaPadelle antiaderenti, se vedete questi segni buttatele subito: possono diventare pericolose

Padelle antiaderenti, se vedete questi segni buttatele subito: possono diventare pericolose

Le padelle antiaderenti sono molto utili in cucina, ma possono diventare molto pericolose. Ecco i segni da non trascurare

Le padelle antiaderenti sono tra i migliori amici che uomini e donne possano avere in cucina. La loro utilità è innegabile: come dice il nome, questi magici accessori evitano che il cibo si attacchi mentre è in preparazione. Friggere è diventato molto più facile e meno rischioso: grazie al loro potere antiaderente, infatti, non corriamo più il rischio di dover passare ore a lavare le padelle su cui si è attaccato il cibo. Allo stesso modo, facilitano le cotture durature. Insomma, sono davvero una rivoluzione in cucina.

Nonostante le loro ottime caratteristiche, però, anche le padelle antiaderenti possono avere dei difetti. Ci sono alcuni segni particolari che, quando sono visibili, possono inficiare la qualità di questi accessori per la cucina. Scopriamo di quali segni si tratta e quando è necessario buttare via i nostri "migliori amici" in metallo. Fate molta attenzione a quanto segue, perché in alcuni casi gli amici potrebbero trasformarsi in nemici.

Quando buttare le padelle antiaderenti

I primi segni pericolosi sono i graffi. Come riporta donna.nanopress.it, infatti, questi rivelano il danneggiamento della superficie in teflon. A causa del danneggiamento del teflon, cuocere il cibo sulle padelle antiaderenti graffiate potrebbe essere molto pericoloso. Questo perché il cibo potrebbe diventare tossico. È meglio, quindi, buttarle in questo caso. Bisogna fare attenzione anche allo scoloramento dell'accessorio: questo potrebbe essere causato dal danneggiamento del rivestimento. Anche in questo caso, dunque, potrebbe rendere il cibo tossico. Anche le deformazioni possono portare alla necessità di buttarle. Persino le deformazioni più piccole possono essere potenzialmente pericolose. Tali fenomeni possono avvenire a causa del cambio della temperatura e anche dell'umidità.

C'è un'ultima indicazione, pubblicata dalla rivista online prima citata, che riguarda la durata delle padelle antiaderenti. Non è possibile, infatti, usarle per troppo tempo. Anche se non dovessero presentare i segni prima discussi, infatti, è sempre meglio buttarle dopo cinque anni dal primo utilizzo. Questo perché potrebbero staccarsi dei pezzetti dello strato antiaderente che potremmo ingerire inavvertitamente. Bisogna evitare di utilizzare per troppo tempo questi accessori, dunque, soprattutto quando ne facciamo un uso ripetuto. Inoltre, è consigliato di non far surriscaldare troppo le padelle, nemmeno quando sono nuove. Anche in quest'ultimo caso, infatti, lo strato potrebbe rovinarsi molto velocemente e in maniera decisa.

LEGGI ANCHE>>>Smalto, come rimuoverlo senza l'acetone: vai in cucina e prendi questi ingredienti