domenica, Ottobre 2, 2022
HomeCronaca e Politica"Le auto elettriche inquinano", il report della Regione Toscana cambia tutto: cosa...

"Le auto elettriche inquinano", il report della Regione Toscana cambia tutto: cosa hanno scoperto

Le auto elettriche potrebbero non essere innocue: anche le loro emissioni sarebbero inquinanti. Ecco cosa ha detto la Regione Toscana in merito ai motori elettrici

L'Unione Europea ha iniziato la guerra alle macchine a benzina. La vendita delle automobili più "classiche" dovrebbe essere ridotta nei prossimi anni, fino ad essere completamente bloccata. Il motivo, naturalmente, risiede nell'alto potere inquinante del combustibile derivato dal petrolio. Entro il 2035, secondo quanto stabilito dalla Commissione Europea, la vendita di automobili a benzina sarà completamente bloccata. Negli ultimi anni, si sta investendo sempre di più sulle auto elettriche, che sono potenzialmente molto meno inquinanti.

Nelle ultime ore, però, l'Agenzia regionale per la protezione ambientale della Toscana ha pubblicato una nota contraria allo stop della commercializzazione delle auto a benzina. Il motivo sta nei potenziali effetti negativi che potrebbe avere sulle aziende produttrici di automobili e, in generale, sull'occupazione. Inoltre, l'Agenzia ha sottolineato che ci sarebbero anche dei problemi in merito alle aree in cui si dovrebbero reperire le materie prime utili a produrre le auto elettriche. In particolare, i problemi sarebbero collegati alla gestione del controllo di queste aree da parte dei vari Stati del mondo. Infine, l'Arpat ha spiegato che anche le auto elettriche sono inquinanti.

Anche le auto elettriche inquinano: ecco il motivo

L'ultima dichiarazione potrebbe stupire molte persone. I motori elettrici, infatti, sono per antonomasia ad emissioni zero. L'ente della Regione Toscana ha, però, spiegato che per calcolare le emissioni di un veicolo bisogna partire dalle emissioni prodotte dalle fabbriche produttrici. Come riporta anche Money.it, infatti, ci sono delle emissioni "nascoste", che vengono prodotte durante la realizzazione delle auto elettriche. Diverse centrali elettriche emettono una grande quantità di anidride carbonica per la produzione di elettricità. Ad esempio, nella nota è riportato che in Cina il valore medio di emissione di CO2 per la produzione di energia elettrica è di 711 g/km contro i 432 g/km dei Paesi OCSE. Ciò significa che, almeno in alcuni paesi, produrre energia elettrica non è così sostenibile per l'ambiente come si pensa.

Inoltre, l'Arpat ha specificato che anche l'estrazione dei materiali che servono per produrre le batterie elettriche è potenzialmente inquinante. Per estrarre il litio, il nichel e il cobalto, infatti, si producono emissioni da 56 a 494 g di CO2 per kWh. Si possono azzerare le emissioni per la produzione di energia elettrica, ha specificato l'Arpat, ma a patto che si utilizzino solo fonti rinnovabili. "Cosa non sempre fattibile, né facile da ottenere" ha continuato "visti i tempi necessari per realizzare impianti di nuova generazione".

LEGGI ANCHE>>>Automobili, in media ne vengono rubate 9 ogni ora: ecco il modello preferito dai ladri