mercoledì, Ottobre 5, 2022
HomeCronaca e PoliticaFlavio Briatore e il salvataggio dei 100 migranti con il suo yacht:...

Flavio Briatore e il salvataggio dei 100 migranti con il suo yacht: "Sono ancora sotto choc", cos'è successo

Flavio Briatore ha raccontato un episodio oggettivamente clamoroso che gli è capitato alcuni giorni fa, mentre si trovava a bordo del suo yacht: l'imprenditore ha salvato circa 100 migranti che rischiavano la vita. Leggiamo il suo racconto.

Flavio Briatore è uno degli imprenditori italiani più famosi e discussi a livello mediatico. Le riviste di gossip hanno iniziato a interessarsi a lui negli anni in cui è stato legato sentimentalmente a Elisabetta Gregoraci. Nel 2008 è nato il loro unico figlio, Nathan Falco. Nel 2017 la coppia ha annunciato la separazione, per poi tornare gradualmente nel tempo a un rapporto tutto sommato buono, soprattutto per il bene di Nathan. Dopo la separazione, Elisabetta Gregoraci si è dedicata al 100% alla sua carriera televisiva, prendendo parte a numerosi programmi televisivi, tra cui il Grande Fratello VIP.

Flavio Briatore dal canto suo ha continuato a fare l'imprenditore in vari ambiti, svolgendo il mestiere per cui è nato. Nell'estate del 2022 ha fatto parlare a lungo di sé per via di 'Crazy Pizza', il nuovo brand legato alle 'pizzerie di lusso' da lui gestite, attualmente presenti sia a Roma che a Milano. Dopo aver provocato i pizzaioli napoletani e aver ottenuto da loro un'enorme pubblicità a costo zero, l'interesse attorno a 'Crazy Pizza' è aumentato a dismisura. Stando alle sue dichiarazioni, quest'estate quasi ogni sera i locali hanno fatto registrare il tutto esaurito. Tuttavia nelle ultime ore si parla di lui per un altro motivo.

Flavio Briatore e il salvataggio dei migranti

In un'intervista esclusiva rilasciata a Verità & Affari, l'imprenditore cuneese ha raccontato quanto successogli pochi giorni fa. In estrema sintesi, Briatore si trovava a bordo del suo yacht nel mare dell'estremo sud Italia, a poche decine di chilometri in linea d'aria da Crotone. Proprio la Capitaneria di Porto della città calabrese lo ha rintracciato chiedendogli il favore di andare a controllare un'imbarcazione "a otto miglia" dalla sua, che aveva richiesto disperatamente aiuto. "Siamo andati sul posto, abbiamo trovato una piccola barca a vela, al massimo 16 metri lunga, con un centinaio di persone a bordo. Nemmeno nell'Ottocento gli animali erano trattati così".

"Non erano solo uomini, c'erano anche tante donne e bambini. Erano disperati, urlavano, avevano paura. Sono ancora sotto choc, è una scena che non dimenticherò mai", spiega Briatore. Nei passaggi successivi, l'ex della Gregoraci spiega cos'era successo: a quanto pare i 100 migranti erano stati portati con una barca a motore fino al mare aperto. All'improvviso gli scafisti li hanno fatti salire su una piccola barca a vela, hanno dato loro una radio per chiedere aiuto e sono fuggiti via. "La colpa è di quei maledetti scafisti, bisogna fare di tutto per bloccarli, non farli partire. Si deve pensare a un blocco navale". Non è chiaro esattamente come sia andata a finire ma in qualche modo i disperati hanno trovato rifugio sullo yacht di Briatore, prima che una nave di soccorsi giungesse sul posto e li riportasse a terra.

LEGGI ANCHE: Flavio Briatore, dopo i danni al Twiga arriva anche la grana legale: "In ballo ci sono 12 milioni di euro"