martedì, Agosto 9, 2022
HomeSpettacoloTiziano Ferro nei guai con l'Agenzia delle Entrate: la cifra gli hanno...

Tiziano Ferro nei guai con l'Agenzia delle Entrate: la cifra gli hanno pignorato è mostruosa

Tiziano Ferro e la sentenza ufficiale sull'evasione fiscale: guai in vista per il cantante che dovrà pagare milioni di euro. 

Tra gli artisti più amati della musica italiana c'è indubbiamente Tiziano Ferro che con le sue hit ha conquistato tutti. Stiamo parlando di uno degli artisti più premiati del panorama musicale nostrano, doppi dischi di platino e tour da fare invidia. Tutto questo sembra però essere a rischio da una sentenza che dopo moltissimi anni è arrivata e non con ottime notizie. Oggi tutti conosciamo la vita privata dell'artista che vive negli Stati Uniti a Los Angeles insieme al marito Victor.

Tiziano ha vissuto per un periodo in Italia per poi trasferirsi prima nel Regno Unito e poi a Los Angeles. Proprio negli Stati Uniti ha conosciuto Victor di cui si è innamorato perdutamente e che qualche anno dopo ha sposato prima in America e poi nella sua Latina. Il cantante ha poi adottato recentemente due bambini che cresce insieme al suo grande amore. Insomma una vita super felice e accerchiata dalla musica, peccato però che vecchi problemi siano spuntati fuori e che la corte della Cassazione non ha avuto pietà di Ferro nonostante la sua grande fama.

Tiziano Ferro: il tribunale ha deciso, guai per l'artista

Nel 2013 è cominciata una causa che vedeva al centro la società di Tiziano Ferro con l'accusa di aver evaso le tasse italiane dal 2006 al 2009. Si tratta del periodo di tempo in cui l'artista ha vissuto nel Regno Unito e a quanto pare il trasferimento della sua società in Inghilterra non è bastato alla corte. Secondo l'Agenzia delle entrate infatti il cantante avrebbe evaso il fisco e la cifra che dovrebbe restituire è davvero assurda.

I legali hanno cominciato una battaglia che si è conclusa solo in questi giorni e purtroppo non nel migliore dei modi. Tiziano Ferro dovrebbe pagare bel 9 milioni di euro per il maxi pignoramento che ha subito. Stiamo parlando di una cifra stratosferica a cui i legali di Ferro non sono riusciti a opporsi in alcuni modo ma non è tutto. La Corte di Cassazione ha poi aggiunto che l'artista essendo un personaggio pubblico avrebbe dovuto dare il buon esempio e mantenere un comportamento etico adatto.

Ferro si è opposto dal primo momento al pignoramento ma a quanto pare non c'è nulla da fare. Per di più il trasferimento legale della sua società dall'Italia a Regno Unito è stato giudicato solo un comportamento di facciata per evitare problemi di evasione fiscale.

LEGGI ANCHE>>>Fedez lancia un appello al suo nemico Tiziano Ferro: "Te lo chiedo per favore"