mercoledì, Giugno 29, 2022
HomeNotizie TVPensione, la quattordicesima spetta anche agli invalidi? Ecco cosa stabilisce la normativa

Pensione, la quattordicesima spetta anche agli invalidi? Ecco cosa stabilisce la normativa

La pensione delle persone invalide, che posseggono un reddito basso non spetterebbe la quattordicesima nella pensione, a meno che non abbiano (e soddisfino) dei requisiti particolari. Andiamo a scoprire nel nostro articolo di oggi chi potrà ottenere la mensilità aggiuntiva sull'assegno pensionistico.

A quanto pare il reddito basso per invalidi civili che percepiscono l'assegno pensionistico non basterebbe per permettergli di ottenere l'erogazione della quattordicesima, ma occorrono ulteriori requisiti da soddisfare. Il mese di Luglio sarà un mese sostanzioso per diverse persone. Arriverà il Bonus da 200 euro che verrà erogato una tantum dal Governo; sarà versata la quota dell'Assegno Unico Universale (e potrebbe rivelarsi una svolta per coloro che non lo hanno ancora ricevuto). Inoltre, il mese di Luglio sarà quello dell'erogazione della quattordicesima. Ci stiamo riferendo alla mensilità aggiuntiva rivolta a quei lavoratori e ai pensionati che rispettino determinati requisiti, principalmente reddituali. Infatti, generalmente, la quattordicesima non spetterebbe a chi possiede un reddito elevato, né tanto meno viene erogata a chi beneficia di prestazioni assistenziali- Sarà il caso degli invalidi civili che rinunceranno alla somma aggiuntiva, a meno che non presentino determinate condizioni.

Pensioni e quattordicesima: ecco cosa stabilisce la normativa

Partiamo con lo spiegare cos'è la quattordicesima. Quest'ultima è un assegno integrativo che l'Istituto Nazionale della Previdenza Sociale (INPS) eroga una tantum ai pensionati che si trovano in difficoltà economica dopo che hanno compito i 64 anni di età. Come condizione reddituale viene stabilito che possono avere accesso alla quattordicesima solo i pensionati che posseggono un reddito complessivo pari o inferiore a due volte l'importo del trattamento minimo di pensione (524,34 euro per il 2022). I settori lavorativi di riferimento sono quelli privati, autonomi, del comparto pubblico e degli ex lavoratori del mondo dello spettacolo professionistico e dello sport. L'INPS, dunque, erogherà la suddetta somma secondo un calcolo preventivo della situazione economica reddituale del pensionato, salvo la possibilità di chiedere indietro quanto erogato laddove i requisiti di accesso cambiano.

Pensioni e quattordicesima: cosa accade per gli invalidi?

I cittadini, titolari di pensione di invalidità civile o assegno sociale dunque, non beneficeranno della quattordicesima così come chi percepisce la pensione di guerra o una rendita INAIL indipendentemente dal reddito o dall'età. Il motivo si fonda sul fatto che la quattordicesima è un'integrazione aggiuntiva alla pensione contributiva che è dedicata ai cittadini che possiedono un reddito basso. Chi non possiede la suddetta pensione non potrà quindi percepire la quattordicesima. Lo stato pone assistenza, infatti, intervenendo in altro modo secondo la normativa e il beneficiario non avrà il diritto all'assegno integrativo. Esiste però un'eccezione, ovvero un solo caso dove un invalido civile possa ottenere l'erogazione della quattordicesima. Stiamo parlando della combinazione di vari fattori, ovvero di un importo pensionistico di invalidità di 291,96 euro che soddisfino i requisiti anagrafici e i requisiti contributivi per raggiungere la pensione ordinaria.

LEGGI ANCHE: Estrazioni al Lotto ecco i numeri che la fortuna potrebbe baciare