lunedì, Giugno 27, 2022
HomeNotizie TVMassimo Cannoletta dopo mesi vuota il sacco: "Ecco il vero motivo per...

Massimo Cannoletta dopo mesi vuota il sacco: "Ecco il vero motivo per cui ho abbandonato l'Eredità", Flavio Insinna distrutto

Tutti i programmi televisivi a premi hanno dei campioni che restano nel cuore degli spettatori per via delle loro imprese straordinarie. Chi seguiva Sarabanda ricorderà che ci sono stati alcuni personaggi molto celebri che hanno lasciato il segno nella trasmissione. Per fare tre nomi che ricorderanno tutti: Tiramisù, Coccinella e l'Uomo Gatto. Erano altri tempi e oggi purtroppo Sarabanda non esiste più. Un programma che invece va in onda tutti i giorni e che è molto amato dai telespettatori è "L'Eredità". Nel passato recente c'è stato un campione che più di tutti è rimasto nel cuore dei telespettatori: Massimo Cannoletta. Ha vinto più volte alla 'Ghigliottina' ed ha portato a casa complessivamente 280mila euro in due mesi. Originario di Lecce, laureato in Scienze Politiche, parla 5 lingue ed è un appassionato di viaggi, oltre che una persona molto curiosa. Una dote che, a suo avviso, è stata fondamentale per poter diventare un volto indimenticabile del quiz show di Flavio Insinna.

Dopo un lungo periodo come campione, però, Cannoletta ha detto basta. Di sua spontanea volontà, infatti, ha abbandonato "L'Eredità" nella puntata andata in onda il 23 dicembre del 2020. Un anno molto particolare, come noto, per via dello scoppio della pandemia da COVID-19. Un periodo di pesanti restrizioni, dove ci si poteva spostare solo per "comprovate necessità" e ancora esisteva il sistema delle zone a colori. Dopo il grande successo a "L'Eredità", il campione leccese ha comunque trovato altro spazio in tv: Serena Bortone l'ha ospitato come presenza fissa nello studio di "Oggi è un altro giorno". Nel corso di un'intervista a Libraio.it, Cannoletta ha svelato alcuni retroscena relativi alla sua esperienza al quiz show e soprattutto ha parlato chiaramente per la prma volta del motivo che l'ha spinto ad abbandonare il programma che gli ha regalato fama e denaro.

I suoi veri fan ricorderanno anche la frase ad effetto usata per congedarsi da Flavio Insinna e dal pubblico di Rai. "Torno a casa perché devo fare il presepe". Una versione 'soft', come ha ammesso lui stesso, per evitare un formale e freddo "Vado via perché sono stanco". In fin dei conti è stata proprio la stanchezza accumulata in quei mesi ad averlo convinto ad abbandonare il programma. "Mi è costato molto affettivamente ma ero un po' stanco", ha ammesso il 48enne. "Sono stato due mesi in albergo a Roma. Ero solo, completamente solo. Durante la pandemia non è stato facile". Parole molto oneste e sincere da parte di un concorrente che, comunque andrà a finire, rimarrà uno dei più amati di sempre de "L'Eredità". A parte l'esperienza da Serena Bortone e a parte qualche sporadica apparizione in altri programmi della Rai, il campionissimo dell'Eredità non si è più visto in televisione.

LEGGI ANCHE: Ufficiale: da settembre niente più Flavio Insinna: fatto fuori dal famoso collega, fan dell'Eredità distrutti