lunedì, Giugno 27, 2022
HomeNotizie TV"Quand'ero giovanissima, Pippo Baudo mi voleva a tutti i costi, gli dissi...

"Quand'ero giovanissima, Pippo Baudo mi voleva a tutti i costi, gli dissi di no", dopo anni l'attrice rompe il silenzio

Pierluigi Diaco è tornato in televisione. Dopo un anno trascorso a curare soprattutto trasmissioni radio, al conduttore è stato affidato un appuntamento televisivo settimanale su Rai Due. Il programma si chiama "Ti sento". Si tratta di una sorta di riscaldamento: dopo la chiusura di "Io e te", Diaco tornerà a condurre un programma quotidiano su Rai Due, che si occuperà di giovani, problematiche giovanili e nuovi linguaggi. Prima dell'esordio previsto per settembre, però, il popolare conduttore curerà ogni martedì notte su Rai Due "Ti sento". Il format è quello infallibile delle lunghe interviste con personaggi famosi. Ieri martedì 24 maggio è toccato a Francesca Neri, attrice che ha avuto un periodo di grande popolarità tra gli anni '90 e i primi 2000 ma che purtroppo è stata  messa 'fuori gioco' da una malattia che le impedisce di fare molte cose, la cistite interstiziale. Quello della malattia non è l'unico dramma della moglie di Claudio Amendola: c'è anche il rapporto complicato con sua madre.

"Il primo dei problemi è che mia mamma non mi ha voluto bene. Mi sono chiesta più volte il motivo. Io mi sono dedicata a lei negli ultimi anni della sua vita, le ho dato tutto l'amore del mondo. L'ho perdonata solo dopo la sua morte". Inevitabile, poi, una domanda sul suo compagno di vita, Claudio Amendola. "Non è mai svanito il desiderio verso di lui, forse perché non è se**o, forse perché è amore. Stiamo insieme da 26 anni e sono cambiate tante cose nel nostro rapporto. Siamo caduti, ci siamo rialzati, ci siamo aiutati a vicenda, ci siamo rispettati". Se proprio vogliamo trovare un lato positivo nella sua malattia, sono le nuove amicizie. "Sono nate negli anni della malattia che ho affrontato, ha fatto da spartiacque. Alcune persone, senza bisogno di dire nulla, mi sono state accanto. Alla fine, di questo c'è bisogno: verità, semplicità, empatia".

Infine qualche battuta sul lavoro. Pierluigi Diaco le ha fatto una domanda molto precisa: "Se in questo momento Amadeus ti stesse ascoltando e di chiedesse di partecipare a una serata di Sanremo 2023, tu prenderesti in considerazione la proposta?". La sua replica: "Mi fa ridere questa cosa, perché in passato me l'hanno proposto per davvero. E' successo due volte, entrambe le volte era Pippo Baudo a volermi. La prima volta dissi di no perché ero giovanissima, avevo appena fatto 'L'età di Lulù'. Anche una seconda volta rifiutai. Ovviamente parlai a lungo con Baudo e gli spiegai i motivi. La verità è che non mi sentivo all'altezza: ci sono delle cose che non mi sentivo in grado di fare. Avevo appena iniziato a fare l'attrice, cosa andavo a fare a Sanremo?". Infine un'ultima curiosità sulla sua vita privata: "Io so mungere molto bene. Ho imparato da bambina. Mio padre era zootecnico nelle  malghe di montagna, lo seguivo spesso a lavoro. Ricordo che bevevo quel latte meraviglioso... a me e mio fratello ce l'hanno insegnato dei bambini che vivevano lì. Un giorno mi dissero 'Dai, mungi, è facile' e io ho imparato. E' una cosa bellissima".

LEGGI ANCHE: Francesca Neri, la brutta malattia che ha messo fuori gioco la moglie di Claudio Amendola: come sta oggi