venerdì, Luglio 1, 2022
HomeSpettacoloSapete quanto prende di pensione Wilma De Angelis? Molto meno di quanto...

Sapete quanto prende di pensione Wilma De Angelis? Molto meno di quanto immaginiate: "Mi hanno fregata"

Quando pensiamo alle leggende viventi della musica italiana, non possiamo non dedicare un secondo a Wilma De Angelis. L'8 aprile la cantante e conduttrice ha spento 92 candeline, essendo nata a Milano nell'anno 1930. Oltre che per la musica, la De Angelis ha una grande passione per la cucina: nelle case di milioni di italiani è ancora presente il suo libro di ricette. Un'altra grande passione di Wilma è stata senza dubbio la televisione: ha condotto diversi programmi per varie emittenti. L'esperienza più lunga è quella a Telemontecarlo, iniziata nel 1978 e finita nel 1998. In quell'anno conduce l'unico programma Mediaset della sua vita: "Sabato 4", proprio su Rete 4. Sulla Rai, invece, cura "Ci vediamo in tv", "Domenica In" e "Alle due su Rai Uno". Proprio a Domenica In nel 2011 svolge per l'ultima volta il ruolo di conduttrice. Da oltre dieci anni, ormai, la si vede molto sporadicamente sul piccolo schermo. D'altronde l'età avanza e, come detto a inizio articolo, alcune settimane fa la cantante è diventata 92enne. Un traguardo invidiabile.

Pensando a tutte queste esperienze televisive, si può pensare che la De Angelis ogni mese riceva una pensione da riccona. Non è affatto così. Anche lei, come altri VIP oggi anziani, prende meno di 1000 euro al mese. Stando a quanto dichiarato da lei stessa in TV, il suo assegno mensile è di circa 800 euro. In Italia ci sono tanti anziani che prendono anche meno di lei, questo è vero. Tuttavia di Wilma De Angelis tutto si può dire tranne che non si sia data da fare. Il suo primo lavoro risale infatti a quando era una ragazzina: avrebbe iniziato a farlo a 16 anni, dunque molto prima di tantissime donne e tanti uomini. La spiegazione relativa alla pensione non altissima della cantante, tuttavia, c'è ed è relativamente semplice e lo ha spiegato la diretta interessata in una vecchia intervista.

La conduttrice e cantante, infatti, non ha avuto problemi a dire pubblicamente di come, a suo avviso, sia rimasta 'fregata' in maniera evidente. "Quando ho chiesto la pensione, ho scoperto che i giorni lavorativi di tutta la mia vita erano poco meno di 1.600. Io ho iniziato a lavorare a 16 anni ma non è bastato. Ho lavorato negli studi di Telemontecarlo per 18 anni ma ai fini della pensione li ho persi tutti per un motivo molto semplice: in quel momento la loro sede legale era a Montecarlo e non in Italia. Dunque non c'era obbligo di versare contributi. Tutto questo mi ha fregata ma nonostante ciò, non mi piango certo addosso". La sua, dunque, è una situazione particolare: 800 euro al mese non possono essere considerati una pensione da fame. Lei ha anche altri introiti, derivanti dai diritti SIAE delle sue canzoni. Siamo certi che nel corso della vita abbia messo qualcosa da parte. Nonostante ciò, aver lavorato per 18 anni presso un'azienda e accorgersi solo parecchi anni dopo che non è servito ai fini pensionistici, in effetti è una fregatura a livello personale.

LEGGI ANCHE: Simona Izzo e le gravi difficoltà economiche: "La pensione non mi basta", ecco quanto percepisce