venerdì, Maggio 20, 2022
HomeCuriositàDiego Abatantuono, conoscete il figlio più giovane Marco? Un ragazzo avvolto nel...

Diego Abatantuono, conoscete il figlio più giovane Marco? Un ragazzo avvolto nel mistero: cosa sappiamo di lui

Diego Abatantuono è uno degli attori più amati d’Italia. Il mitico “Flagello di Dio” ci ha deliziato con grandissime interpretazioni dal comico al drammatico, riscontrando sempre grandi successi. Il bravo attore ha, inoltre, tre splendidi figli e la vita del più giovane, Marco, sembra essere avvolta dal mistero.

Quando Abatantuono parla dei suoi ragazzi ha sempre parole d’amore e la sua grande intelligenza lo porta anche a rivolgere parole di autocritica sulle colonne di "Io Donna": Ci sono voluti tre figli per capire che passo per burbero senza esserlo. Solo ora che sono grandi, dalle loro battute, percepisco d’essere stato un papà che incuteva un po’ di timore.

Quando poi gli viene chiesto se avesse mai alzato la voce con i ragazzi, poi, risponde con sincerità: Quello sì, non sono burbero, ma i figli vanno educati. I miei, al ristorante, non hanno mai corso. E neanche gridato. La verità è che al ristorante neanche li portavo, salvo causa di forza maggiore. Quando i bambini danno fastidio al ristorante, la colpa è prima di tutto di chi ce li ha portati. Riguardo ai capricci, poi, i miei non li hanno mai fatti, erano facili da educare. Coi figli, non sai mai dove finisce l’educazione e inizia il carattere…. E oggi sono tutti onesti, sinceri, perbene e non so quanto il merito sia mio.

E il terzogenito, Marco, cosa fa? Beh, Marco Abatantuono fa una vita lontana dai riflettori e figura anche molto sporadicamente sui social. Un approccio, probabilmente, che molti giovani dovrebbero cominciare ad avere e che deriva, presumiamo, dalla solida educazione che Diego ha dato ai suoi figli.

Non ci rimane, allora, che lasciarvi con le parole dell’attore che, sempre si Io Donna, sfoggia una saggezza davvero invidiabile con delle dichiarazioni che, senz’altro, condividiamo pienamente: Sento mille frasi sbagliate. Tipo: “Siamo in crisi, facciamo un figlio”. Ma, se sei in crisi, l’ultima cosa che devi fare è mettere di mezzo un innocente. Oppure: “Ci conosciamo da sei mesi ora avremo un bambino!”. Invece, prima ci si conosce bene, poi si costruisce. E bisogna pensare se hai gli strumenti per crescerlo bene, un figlio. Non solo il lavoro. Io quando ho avuto la prima, sapevo che Rita sarebbe stata una buona mamma e che aveva una bella famiglia, la quale, se ci fosse successo qualcosa di brutto, si sarebbe occupata della bimba. E ho pensato che avevo anche amici cari che avrebbero dato una mano. Gli stessi pensieri li ho fatti quando ho avuto gli altri due. Un po’ devi avere il pessimismo di pensare che non sei eterno.

LEGGI ANCHE: Mara Venier, teme il confronto con Diego Abatantuono | Ha svelato i dettagli piccanti

Articoli Recenti