mercoledì, Maggio 18, 2022
HomeSpettacoloElisabetta Franchi fa 'mea culpa' dopo le dichiarazioni sul lavoro femminile: le...

Elisabetta Franchi fa 'mea culpa' dopo le dichiarazioni sul lavoro femminile: le sue scuse pubbliche non convincono

Elisabetta Franchi fa mea culpa dopo la bufera mediatica sul donne e lavoro: le dichiarazioni dell'imprenditrice non convincono. 

La stilista e imprenditrice Elisabetta Franchi è finita nella bufera mediatica e moltissime donne giovani si sono sentite offese dalle sue parole. In occasione di un evento con tema le donne e la moda la Franchi si è lasciata scappare alcune dichiarazioni che hanno fatto discutere. In particolare la stilista ha precisato che nella sua azienda i ruoli di spicco sono destinati a donne mature che non fanno figli e che non è solita affidare responsabilità a donne troppo giovani che non potrebbero lavorare H24.

Il web è impazzito e sui social è iniziata una vera e propria carneficina verso la stilista. Moltissime star del mondo dello spettacolo hanno preso le distanze dalle sue parole e per altro tante donne hanno dichiarato di non aver intenzione di indossare mai più abiti della Franchi. L'imprenditrice ha provato già a difendersi una volta ma non ci è riuscita e nella giornata di ieri è stato pubblicato l'ennesimo comunicato stampa con alcune spiegazioni e un inevitabile mea culpa.

Le parole di Elisabetta Franchi: "Sacrifici che non tutte le donne possono affrontare"

La Franchi ha provato a spiegare le sue parole attraverso un comunicato stampa che però non ha avuto l'effetto desiderato ma ha scatenato ulteriori polemiche. Nella giornata di ieri è arrivata una nuova dichiarazione e anche questa fa parecchio discutere: la Franchi ha parlato di dati di fatto che lei stessa ha dovuto affrontare durante la sua carriera e della difficoltà di molte donne. "Riconosco di essermi espressa in modo inappropriato, Ho assunto più donne che uomini e per la maggior parte giovani". La stilista precisa che nella sua azienda l'80% dei dipendenti sono donne e per altro under 40.

La Franchi però ritorna sull'argomento e prosegue così: "Lavorare nel mondo della moda richiede disponibilità, reperibilità, ritmi serrati, dedizione e spesso tutto ciò coincide con grandi rinunce riguardo alla propria sfera privata. Quelle che io per prima come capo d’azienda ho dovuto fare […]. Sacrifici che non tutte le donne possono affrontare, anche per l’impossibilità per molte di loro, pur volendo, di rientrare al lavoro dopo la maternità." Sul perchè le donne non potrebbero ritornare a lavoro dopo la maternità dice: "Di fatto le donne sono tuttora costrette a scegliere tra l’essere madri ed essere donne lavoratrici". 

La stilista ha poi spiegato la sua posizione riguardo ai ruoli di donne negli anta che durante l'evento aveva giustificato con il fatto che queste lavoratrici si fossero già sposate e avessero già avuto dei figli: "Solitamente si arriva a un ruolo dirigenziale, che è diverso da quello manageriale, dopo anni di esperienza sul campo e spesso coincide con gli ‘anta’. Ma questo vale anche per gli uomini". 

LEGGI ANCHE>>>Striscia la Notizia, stasera Gerry Scotti condurrà da solo: i motivi (serissimi) dell'assenza di Michelle Hunziker

Articoli Recenti