giovedì, Maggio 19, 2022
HomeCronaca e PoliticaZelensky dà la più terribile delle notizie: è appena successo in Ucraina

Zelensky dà la più terribile delle notizie: è appena successo in Ucraina

I dati che Volodymyr Zelensky ha di recente riportato sono senza dubbio estremamente drammatici. A quanto parrebbe, infatti, dal 24 febbraio scorso sarebbero stati oltre 2000 i missili piombati sul suolo ucraino. A questi numeri agghiaccianti, ovviamente, vanno collegati un numero molto alto di morti e feriti e, stando alle parole del presidente, altissimo è stato il contributo di sangue dei civili. Al suo comunicato, poi, è seguita l’ennesima esortazione da parte della massima autorità ucraina nei confronti dei più importanti membri dell'Organizzazione del Trattato dell'Atlantico del Nord. In particolare, infatti, le sue parole sono state rivolte a Regno Unito e Stati Uniti, teste d’ariete della NATO, affinché intervengano al più presto per risolvere celermente il conflitto.

Crediamo che la tragedia che il popolo ucraino stia vivendo in questi mesi sia davvero drammaticamente insostenibile. L'impiego di mezzi militari da parte della Russia, poi, si è rivelato preoccupantemente al di sopra delle aspettative. A ciò, inoltre, si aggiunga che in molti credevano che il gigante avrebbe schiacciato la formica in breve tempo, ma a quanto pare le formiche ucraine sono più dure dell’acciaio.

Crediamo, però, che non bisogna essere dei fini conoscitori di Geopolitica per capire che l'impiego militare della NATO possa corrispondere all’inizio del terzo conflitto mondiale. Ricordiamo, oltretutto, che la Russia è uno stato dotato di numerosissime testate nucleari  e i media vicini al Cremlino da diversi giorni trasmettono simulazioni video dell'impiego dei loro missili sulle principali capitali europee. Se poi, ovviamente, deprechiamo massimamente qualsivoglia impiego di forze militari, soprattutto su suolo estero, sappiamo che, se i rapporti di forza resteranno invariati, con ogni probabilità la risoluzione del conflitto sarà in favore della Russia.

Se allora, come diceva un esperto, la guerra è la prosecuzione della politica sotto altri mezzi, riteniamo che sia necessario intraprendere al più presto la via diplomatica senza che un ulteriore proiettile venga sparato da ambo le parti. Fra la difesa di uno Stato sovrano e gli interessi territoriali di un gigante militare, c’è un popolo che muore o scappa dalla propria casa. La via delle sanzioni, oltretutto, sta affamando mezza Europa e la quasi totalità del popolo russo, mentre gli oligarchi sono solo stati toccati solo tangenzialmente ed in modo molto marginale. Auspicando, allora, ad una immediata risoluzione pacifica del conflitto, speriamo soltanto che nessun altro missile si aggiunga al drammatico conto operato di recente da Zelensky. Russia e Ucraina, infatti, sono legate da antichi e profondi legami culturali, riteniamo allora quello che sta accadendo in questi tempi un vero e proprio fratricidio.

LEGGI ANCHE: Michele Santoro asfalta Enrico Mentana al Maurizio Costanzo Show: "Sei parte di quella grande fanfara che..."

Articoli Recenti