mercoledì, Maggio 18, 2022
HomeNotizie TV17enne ucciso dal poliziotto ubriaco a Treviso: la dinamica del tragico evento

17enne ucciso dal poliziotto ubriaco a Treviso: la dinamica del tragico evento

Il Giovane Davide aveva 17 anni e una grande passione per le 2 ruote. Si, aveva, perché purtroppo ormai bisogna coniugare tutto all’imperfetto per il povero giovane, da quando un uomo lo ha travolto con la sua vettura uccidendolo. Ad aggravare ulteriormente la situazione, come se si possa, è che il reo sarebbe un appartenente alle forze dell’ordine che guidava sotto l’effetto dell'alcool.

Davide Pavan, questo il nome del ragazzo, è infatti morto da poche ore quando, alla guida del suo scooter, è rimasto coinvolto nel tragico incidente. Un poliziotto di 27 anni in servizio alla Questura di Treviso avrebbe appunto investito il diciassettenne senza che questi abbia potuto fare nulla per fermarlo. Quando poi è stato effettuato l’alcool test al conducente dell’auto è stato riscontrato un tasso alcolemico ben superiore a quello consentito dalla legge.

A Morgano, il luogo di residenza del giovane in provincia di Treviso, il lutto è grande e inconsolabili,ovviamente, sono i genitori, gli amici e i conoscenti. L’evento tragico sarebbe avvenuto intorno alle 23 di ieri sera e il ragazzo, a quanto pare, stava tornando a casa in sella al suo fedele scooter quando la vettura del poliziotto lo avrebbe fatalmente travolto. La Compagnia dei carabinieri di Montebelluna è allora prontamente intervenuta sul posto ed ha fatto gli accertamenti di sorta. Tramite questi si è allora convenuto di mettere agli arresti domiciliari il 27enne che riportava un tasso alcolico nel sangue di 1,5 gr/l circa.

E’ sempre triste dare notizie del genere e speriamo, ovviamente, di non doverne pubblicare mai più. Dobbiamo però sottolineare che speriamo che la giustizia possa fare il suo corso senza nessun intoppo e che la sentenza che seguirà a questo irricevibile atto criminoso sia commisurata alla sua gravità. Un ragazzo è morto e il responsabile è stata proprio una delle persone che avevano fatto il sacro giuramento di proteggerlo. Speriamo allora che la piaga della diffusione del consumo di alcolici alla guida si estingua in tempi brevi ed esigiamo assolutamente che le forze dell’ordine non vengano mai più ad essere artefici di tali crimini e che possano dare il buon esempio che hanno giurato di dare.

LEGGI ANCHE: La notizia che sconvolge il mondo del calcio: è morto a soli 54 anni

Articoli Recenti