mercoledì, Maggio 18, 2022
HomeNotizie TVLeo Gullotta: "Ci ha lasciato troppo presto per un'embolia", il terribile lutto...

Leo Gullotta: "Ci ha lasciato troppo presto per un'embolia", il terribile lutto dell'attore

Leo Gullotta è stato un artista fra i più bravi e competenti del panorama della televisione nostrana. L'uomo ha ben interpretato tantissimi ruoli al cinema come a teatro, creando spettacoli che lo hanno fatto diventare decisamente uno dei pochi attori straordinari di cui può vantarsi l'Italia. Molti non lo sanno ma l’uomo ha fatto da doppiatore al famoso interprete statunitense Joe Pesci. Leo, il cui padre era pasticciere, ha sempre ammesso di aver imparato tante cose dal congiunto, fonte di ispirazione principale nel corso della sua intera esistenza. Gullotta ha confessato che il papà gli ha insegnato ciò che conta della vita, quello a cui nessuno può rinunciare: il rispetto, il bene per l'altro e l’umiltà, valori imprescindibili per lui. All'interno di un’intervista l'uomo ha dichiarato: “Mi spiegava con parole giuste per un bambino cosa fosse la dignità, la libertà, il rispetto verso il denaro e non l’apparenza alla linea del denaro, all’accumulo, in stile Mastro Don Gesualdo”.

Era il 1995 quando l’attore ha confessato qualcosa circa il suo privato, ossia la sua omosessualità, parlandone liberamente nella propria famosa autobiografia intitolata Mille fili d’erba. Ovvero: come vivere felici anche su questa terra, rilasciata, tre anni dopo l'ammissione, da Di Renzo Editore. A parte il suo essere attore, nella vita ha anche prodotto un documentario dedicato all'esistenza di Lilia Silvi, celebre attrice. Il prodotto audiovisivo ha ottenuto diversi riconoscimenti e premi tra i quali il Nastro d’argento nel 2012 come Miglior Documentario dedicato al Cinema, ed è stato in gara con grande clamore alla settima edizione del Festival internazionale del film di Roma, BIF&ST 2012 e al 30º Valdarno Cinema Fedic competizione in cui ha vinto il prestigioso premio dei giudici “Giglio Fiorentino d’argento”.

Malgrado una carriera davvero sfavillante, l’attore ha vissuto una tragedia terribile che è stata capace di cambiargli la vita: la morte di sua sorella. Per Gullotta la donna ha rappresentato una delle persone maggiormente importanti e a lei era profondamente legato. La scomparsa della congiunta è avvenuta a causa di un'embolia polmonare, ovvero l'ostruzione di un'arteria del polmone con un accumulo di materiale solido messo in circolo. Durante una lunga intervista Leo ha lasciato di stucco il popolo dell'Internet per una lunga ammissione che ha emozionato coloro che lo seguono con affetto. Queste le sue parole: “Nella vita bisogna avere curiosità perché così si hanno più frecce nella propria faretra da poter sparare. Quando ero piccolo a Catania curiosavo dappertutto. Mia mamma era una ‘generalessa’ aveva il comando della casa, poi con sei figli… Una delle mie sorelle però ci ha lasciato purtroppo troppo presto per un’embolia. Allora non c’erano gli strumenti medici per salvarla”.

LEGGI ANCHE: Carolyn Smith senza filtri: "Dopo sei mesi di chemioterapia, devo farlo", il gesto estremo

Articoli Recenti