venerdì, Maggio 27, 2022
HomeSpettacoloCarlo Conti, la confessione privatissima: "Preferivo quello alla mia fidanzata"

Carlo Conti, la confessione privatissima: "Preferivo quello alla mia fidanzata"

Carlo Conti è tornato su Rai 1 con un nuovo programma musicale, The Band, e ha raccontato perché è stato sempre legato al mondo della musica. 

Carlo Conti non smette di stupire e da poco è tornato su Rai 1 con un nuovo programma, il talent The Band, in cui 16 band di tutta Italia si sfidano. Un nuovo programma legato, quindi, alla musica, una parte della sua vita che non si è mai spenta. Proprio recentemente, infatti, Conti ha raccontato della sua gavetta e di come abbia sempre voluto lavorare nel mondo musicale. Ecco cosa ha raccontato.

Carlo Conti sui suoi esordi: "Preferivo la musica alla mia fidanzata"

Conduttore amatissimo dal pubblico italiano, Carlo Conti non ha sempre voluto fare il conduttore tv, anzi il suo desiderio più grande era lavorare nel mondo musicale. Da giovane, infatti, iniziò coltivando la sua passione per la musica, ma non sapendo suonare nulla decise di lavorare in radio. Proprio da lì Carlo Conti ha iniziato a fare gavetta, tanto che nel 1977 fonda insieme con alcuni amici Radio Firenze Nova, mentre nel 1978 entra a Radio Firenze 2000 dove comincia la sua attività di disc jockey e di speaker.

Agli inizi degli anni ottanta dirige Lady Radio e conduce Radio Notte in onda su un network regionale di radio assieme a Marco Vigiani, Giorgio Panariello, Walter Santillo e Alberto Lorenzini. Nel 1981 presentando Un ciak per artisti domani, programma da lui scritto e condotto, conosce Leonardo Pieraccioni con il quale nel 1986 crea la prima di una lunga serie di trasmissioni comiche. Insomma, una carriera partita dalla radio, periodo che lui ricorda così in un'intervista al settimanale Oggi: "Eravamo i pionieri del West, abbiamo inventato scherzi, dediche, i finti concerti. Raccontavamo di essere ad un concerto, invece mettevamo il disco di un live e facevamo i commenti"

Conti ricorda che la domenica pomeriggio la passava fisso davanti al microfono della radio, talmente che era grande la sua passione, tanto da dimenticare anche la fidanzata: "Se il dj di turno aveva un contrattempo era una gioia dover restare due ore in più. Saltavo anche l'appuntamento con la fidanzata". Dopo aver fatto il militare, nel 1985 arrivò la svolta che gli fece capire che era proprio quella la sua strada, presentare in radio, che poi sarebbe diventata la televisione. Così, Carlo partì alla volta di Sanremo per realizzare delle interviste: "Volevo intervistare quanti più cantanti possibile, ma all'Ariston non riuscii a metterci piede". Non ebbe molta fortuna all'epoca ma, come tutti ben sappiamo, ora Carlo Conti su quel palco ci è arrivato e più di una volta.

Leggi anche >>> Michele Santoro asfalta Enrico Mentana al Maurizio Costanzo Show: "Sei parte di quella grande fanfara che..."

Articoli Recenti