lunedì, Maggio 16, 2022
HomeNotizie TV“Tanta paura per lui”. Alberto Matano, tutta la preoccupazione in diretta: quella...

“Tanta paura per lui”. Alberto Matano, tutta la preoccupazione in diretta: quella scena lo ha sconvolto

Il famoso inviato de La Vita in Diretta, Alberto Matano, ha espresso la sua preoccupazione riguardo alla situazione in Russia. Durante un'intervista rilasciata a Caffeina Magazine, Matano ha affermato di temere per la propria vita e quella dei colleghi che lavorano nella capitale russa.?
Alberto Matano non ha nascosto le sue preoccupazioni durante il suo primo appuntamento della settimana su "Live Life", andato in onda il 28 febbraio. Ovviamente stiamo parlando di uno degli incidenti più delicati di questi giorni, sul volto del conduttore televisivo c'è una sensazione di paura, soprattutto quando parla con qualcuno che è protagonista di un evento negativo, e di sicuro lascerà quelle persone senza parole. . Segui lo spettacolo. A proposito di Alberto Matano, che pochi giorni fa ha confermato ufficialmente di avere un fidanzato: "Penso sia giusto e salutare proteggere il vostro rapporto. Poi l'etichetta mi è sempre stata vicina. Per tutta la vita, le mie emozioni non ci sono confini. Il L'ultimo Sanremo ci ha insegnato una lezione: non ci sono categorie di amore. Se decidiamo di sposare il mio compagno, allora annunceremo e condivideremo la nostra gioia con tutti", ha concluso sul Corriere della Sera. Inevitabilmente, il lungo conflitto tra Ucraina e Russia è continuato e la decisione di attaccare l'intero territorio ucraino è stato il tema principale di Alberto Matano. E "Live Life" tratta un fatto davvero preoccupante in un certo senso, che potrebbe avere anche conseguenze peggiori. Fortunatamente tutto è stato ripristinato, ma la conduttrice Rai ha contattato la vittima dell'episodio e ha rivelato di essere molto preoccupato per la sua incolumità. Così Alberto Matano ha deciso di parlare con il giornalista Giammarco Sicurezza, che è stato inviato nella capitale russa Mosca e ha rivelato in diretta tv: "Ci hai preoccupato ieri, voglio dirtelo, perché stavi registrando una protesta e lui era in piazza e hanno caricato anche te. I giornalisti russi hanno poi confermato in modo più dettagliato che è stato arrestato insieme a 15 colleghi che erano spesso presenti e che aveva ottenuto i permessi necessari. "Abbiamo visto persone lasciare fiori in solidarietà con il popolo ucraino davanti all'ambasciata ed essere arrestate per questo gesto intimo", hanno detto i giornalisti della sicurezza ad Alberto Matano e al pubblico. A riprova del fatto, la situazione è bollente e delicata, e anche gli operatori dell'informazione sono a grande rischio.

Alberto Matano, inviato di "La Vita in Diretta" è preoccupato per la situazione in Russia.

Il giornalista Alberto Matano, inviato della trasmissione televisiva «La Vita in Diretta», ha espresso la propria preoccupazione per il proprio futuro professionale a causa delle nuove misure restrittive introdotte dal governo russo nei confronti dei media stranieri.

Matano ha spiegato di aver ricevuto da parte delle autorità russe un avviso nella quale si intimava a tutti i giornalisti stranieri di lasciare il Paese entro cinque giorni. Tale provvedimento, secondo il giornalista, è legato alla decisione del Cremlino di chiudere Radio Svoboda, emittente finanziata dal governo statunitense.

Matano ha affermato di temere per la propria incolumità e per quella dei colleghi e si è detto preoccupato per il futuro della trasmissione «La Vita in Diretta», che potrebbe essere costretta a interrompere le sue trasmissioni dalla Russia.

Ho apprezzato l'articolo, ho trovato molto interessante la sua preoccupazione riguardo alla vita in diretta degli inviati. Sicuramente questo tipo di programmi televisivi ha dei lati negativi, ma allo stesso tempo può avere anche dei lati positivi. Penso che sia molto importante che gli inviati prestino molta attenzione alla propria sicurezza durante le trasmissioni in diretta, ma allo stesso tempo credo che il pubblico abbia il diritto di seguire direttamente le loro vicende.

Articoli Recenti