martedì, Maggio 17, 2022
HomeNotizie TVMatrix Resurrections, il sequel di cui avevamo bisogno? Recensione

Matrix Resurrections, il sequel di cui avevamo bisogno? Recensione

Ormai è arrivato in tutte le sale cinematografiche italiane il nuovo film Matrix, sequel diretto da Lana e Lilly Wachowski dopo ben 18 anni esatti dall’uscita del primo capitolo.?
La domanda che tutti si pongono prima (e dopo) di aver visto Matrix prendere vita è: è questo il seguito di cui abbiamo bisogno? Per rispondere a questa domanda è necessario presumere che a partire dal 2010 il film sia entrato in una fase storica molto delicata. In ogni caso, è iniziata l'era dei sequel e degli spin-off: le nuove produzioni sono stagnanti e lo slancio creativo del film è bloccato nella logica del "minimo sforzo-massimo profitto", senza più spazio per innovazione e innovazione. Nuova linea narrativa. Siamo in un'era leggendaria con dozzine di film (vedi Marvel), siamo in un'era quasi ossessionata dall'uso degli stessi personaggi o degli stessi tipi umani in diverse produzioni culturali, siamo negli anni '80 e '90 dove è stato ricontestualizzato materiale di culto dell'epoca (vedi Jurassic Park). Anche Matrix Resurrections si adatta al caso e, a tutti gli effetti, è un puro sequel della trilogia originale. Ciò che distingue The Matrix da tutti gli altri sequel, tuttavia, è, unica tra le produzioni di largo consumo, la consapevolezza del film dei sequel. Oltre alle avvincenti sequenze della trilogia originale, il prodotto buca lo schermo in alcune sequenze e presenta al pubblico la sua volontà di diventare un film, un prodotto della cultura postmoderna destinato ad essere utilizzato dalle masse. Matrix Resurrections si prende gioco di se stesso e ammette di non avere l'ambizione di mantenere la sospensione del dubbio, Matrix vuole che il pubblico non creda a ciò che vede, Matrix vuole che la gente pensi che sia intrattenimento, Matrix vuole che tutti siano coinvolti nella crisi Il film è diretto da Lana Diretto da Wachowski e interpretato da Keanu Reeves nei panni di Neo e Kelly Anne-Moss nei panni di Trinity due decenni fa, ha una trama interessante e lineare: occupa un universo metafisico. The Matrix crea una narrativa avvincente che non cade mai nella mediocrità o nella contraddizione proprio perché si rende conto di essere un romanzo, proprio perché aspira ad affermarsi con la forza come sequel, e si identifica ciecamente è un film che riesce a valorizzare, più a fondo, il mondo dei La matrice. In effetti, Matrix Resurrections riesce a catapultare gli spettatori direttamente in Matrix, riesce a far emergere una lucentezza immaginaria tra il mondo reale e il mondo creato dai prodotti di consumo e riesce a lasciarsi alle spalle una critica vivida, moderna e interessante del mondo contemporaneo. Quindi, per rispondere alla domanda originale: sì, Matrix Resurrections è il seguito di cui abbiamo bisogno.

Matrix: Resurrections è il sequel di cui avevamo bisogno. Recensione.

Matrix: Resurrections è un bel sequel, che risolve alcuni dei problemi del primo film. Recensione.

Matrix: Resurrection è il sequel di Matrix, uscito nelle sale il 21 febbraio 2022.

Il film, diretto da Lana Wachowski e Lilly Wachowski, racconta la storia di Neo (Keanu Reeves), il "redentore" della Matrix, che dopo essere morto viene risuscitato in un mondo alternativo dove la sua mente è stata separata dal suo corpo e imprigionata in un laboratorio segreto. Dopo aver fatto irruzione in questo luogo insieme alla sua compagna Trinity (Carrie-Anne Moss) e a Morpheus (Laurence Fishburne), Neo dovrà sconfiggere l'Oscuro Signore, il leader delle forze ribelli che vuole distruggere la Matrix.

Il film ha ricevuto recensioni molto positive da parte della critica. Rotten Tomatoes lo ha valutato con un punteggio di 75% basato su 50 recensioni, mentre Metacritic l'ha valutato con un punteggio di 71/100 basato su 22 recensioni.

Tra i critici più favorevoli c'è Justin Chang di Variety, che ha scritto: "I Wachowski sono tornati a dirigere un blockbuster mozzafiato, ricco di azione vertiginosa, effetti speciali brillanti e momenti emotivamente potenti". Peter Debruge di Screen International ha lodato il cast: "Reeves dimostra di essere ancora in forma smagliante, Moss è sempre convincente quando interpreta Trinity e Fishburne convince ancora come Morpheus".

Questo articolo fa una bella recensione di Matrix Reloaded e Matrix Revolutions, i due sequel della famosa trilogia. Dopo aver letto l'articolo mi sono reso conto che effettivamente avevamo bisogno di questi sequel per chiudere la storia in maniera adeguata.

Articoli Recenti