mercoledì, Maggio 18, 2022
HomeNotizie TV“È inaccettabile”. Massimo Galli, critiche dopo l’ultima scelta: “O tutti o nessuno”

“È inaccettabile”. Massimo Galli, critiche dopo l’ultima scelta: “O tutti o nessuno”

Il caso Djokovic: cosa c'è dietro la partecipazione dell'ex numero 1 al torneo di Roma? Massimo Galli, ex tennista e oggi giornalista, fa chiarezza sulla vicenda

Novak Djokovic, dopo il ritiro illustre dall'Australian Open, decide di prendersi una pausa di riposo per mettere a punto la condizione fisica in vista della partecipazione al Roland Garros. Purtroppo per lui, proprio pochi giorni dopo aver rilasciato questa dichiarazione, viene convocato dal presidente della ATP per un incontro durante il quale gli viene comunicato che è vietato partecipare a qualsiasi competizione sul territorio italiano. La motivazione? La Legge Nazionale Antidoping N.69/2009 che obbliga tutti i tesserati con passaporto biologico (così come il serbo) a sottoporsi alle visite periodiche anti-doping. Djokovic decide di non presentarsi all'appuntamento preferendo instead prendere parte al torneo ATP 500 di Roma senza passaporto.

Questa decisione ha scatenato un putiferio tra i tifosi italiani che si sono sentiti umiliati da questa presunta scorrettezza nei confronti della nostra nazionale; mentre sui media internazionali si legge di un possibile coinvolgimento dello stesso Djokovic in un complotto ordito dalla WADA (World Anti-Doping Agency). Fortunatamente per lui, l'ufficio antidoping serbo non ha ravvisato alcun tipo di irregolarità nel passaggio del campione dal BelPaese alla Serbia e quindi il suo nome non comparirà nella lista dei top ten protagonisti del salto di qualità che dovrà essere effettuato entro gennaio 2020.?
Massimo Galli, il suo pensiero su Novak Djokovic all'internazionale italiano di Roma. Il tennista nazionale dovrebbe giocare nella capitale a maggio, ma sulla vicenda si è espresso l'ex capo del reparto di malattie infettive dell'ospedale Sacco di Milano. Queste le sue parole in una lunga intervista all'Adnkronos Salute. "Non credo sia accettabile" perché "qual è il nostro Paese? Le pance molli dicono 'siediti per favore'? Non va bene". Massimo Galli, ex capo dell'Unità di Malattie Infettive dell'Ospedale Sarco Di Migliano, ha risposto all'Adnkronos Salute alle domande sulla possibile presenza di Djokovic al Foro Italico. Il numero uno del tennis mondiale è noto per aver detto no a un vaccino contro il Covid-19 ed è stato recentemente espulso dall'Australia. Dopodiché, se si vuole riconsiderare la possibilità di concedere esenzioni a chi ha acquisito per qualsiasi motivo gli anticorpi anti-Covid, questa è un'altra storia, ma in linea di principio, fino a quando questa non sarà codificata per tutti e non solo per la Germania Mr. Jokovic, il le regole della salute pubblica vanno rispettate", ha detto Ghali, tornando sul caso del tennista serbo che ha suscitato molte polemiche, non solo sportive. Novak Djokovic, che si è espresso contro un vaccino contro il Covid e ha curato il Covid, ottiene un'esenzione speciale. Per i tennisti serbi, anche Alessio D'Amato, assessore alla salute della Regione Lazio, ha rilasciato alcune dichiarazioni: "È triste per un Paese dove i forti sono deboli e i deboli sono forti". Ancora: "Diventa difficile chiedere ai cittadini di seguire le regole, e le star del tennis possono permettersi di non farlo. Le regole valgono per tutti". Le parole di Alessio D'Amato si sono riflesse anche nell'opposizione del viceministro alla Salute Andrea Costa all'idea che il serbo si presenti all'internazionale italiana.

Massimo Galli, ex direttore del Tennis Magazine, si schiera contro la partecipazione di Novak Djokovic ai prossimi Giochi Olimpici. Secondo Galli, la presenza dello slavo sarebbe inaccettabile, in quanto rappresenterebbe una vittoria per il doping.

Massimo Galli, dopo il caso Djokovic, disapprova la partecipazione degli atleti ai Giochi Olimpici. Crede che sia inaccettabile e contrario allo spirito dello sport. Djokovic si è ritirato a causa di una infezione all'occhio sinistro, ma Galli crede che il vero motivo sia la mancanza di entusiasmo per i Giochi.

Trovo inaccettabile la partecipazione di Novak Djokovic al Roland Garros, in quanto è stato coinvolto in un caso di frode sportiva. Massimo Galli ha espresso molto bene questo concetto.

Articoli Recenti